Giorgio Pitzalis

Fa veramente bene mangiare noci? (New England Journal of Medicine)

Le noci contengono diverse sostanze potenzialmente benefiche per la salute, ma non è ancora stato dimostrato che il loro consumo allunghi la vita, per cui alcuni ricercatori hanno analizzato i dati di due ampi studi prospettici americani, durati oltre 30 anni, per verificare questa possibilità: il Nurses’ Health Study (76.000 donne) e l’Health Professionals Follow-up Study (42.000 uomini).

Il consumo complessivo di noci è stato ricavato dai questionari utilizzati e compilati ogni 2-3 anni. Sia nei maschi sia nelle femmine il consumo di noci si è associato in modo statisticamente significativo con una diminuzione della mortalità totale, dopo aggiustamenti per i vari fattori potenzialmente confondenti.

Confrontato con il non uso, il consumo di noci ingerite meno di una volta alla settimana, una volta alla settimana, da 2 a 4 volte alla settimana, da 5 a 6 volte, 7 volte e oltre 7 volte alla settimana ha prodotto i seguenti Hazard Ratio riferiti alla mortalità globale:

1 volta = HR 0.93
2-4 volte = HR 0.89
5-6 volte = HR 0.87
7 volte = HR 0.85
> 7 volte = HR 0.80

Lo studio ed i suoi risultati devono essere presi con molta cautela, innanzitutto perché di tipo osservazionale e in secondo luogo perché il maggior utilizzo di noci è stato rilevato in soggetti che attuavano stili di vita particolarmente salutari (niente fumo, intensa attività fisica, uso prevalente di frutta e verdura).

Comunque questi risultati sono sovrapponibili a quelli di un recente studio randomizzato in cui la dieta mediterranea, che prevede un apporto sostanziale di noci, si è associata ad una grossa diminuzione del rischio cardiovascolare.

Bibliografia:
Bao Y et al. Association of nut consumption with total and cause-specific mortality. NEJM 2013 Nov 21; 369:2001

Giustopeso.it_